Tecnico della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro

Tecnico della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro

Il Tecnico della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro è l’operatore sanitario che, in possesso del titolo abilitante, è responsabile, nell’ambito delle proprie competenze, di tutte le attività di prevenzione, verifica e controllo in materia di igiene e sicurezza ambientale nei luoghi di vita e di lavoro, di igiene degli alimenti e delle bevande, di igiene di sanità pubblica e veterinaria.

Archivio

Tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro

Il tecnico della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro, operante nei servizi con compiti ispettivi e di vigilanza è, nei limiti delle proprie attribuzioni, ufficiale di polizia giudiziaria; svolge attività istruttoria, finalizzata al rilascio di autorizzazioni o di nulla osta tecnico sanitari per attività soggette a controllo. 3. Nell’ambito dell’esercizio della professione, il tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro:

istruisce, determina, contesta e notifica le irregolarità rilevate e formula pareri nell’ambito delle proprie competenze;

vigila e controlla gli ambienti di vita e di lavoro e valuta la necessità di effettuare accertamenti ed inchieste per infortuni e malattie professionali;

vigila e controlla la rispondenza delle strutture e degli ambienti in relazione alle attività ad esse connesse;

vigila e controlla le condizioni di sicurezza degli impianti;

vigila e controlla la qualità degli alimenti e bevande destinati all’alimentazione dalla produzione al consumo e valuta la necessità di procedere a successive indagini specialistiche;

vigila e controlla l’igiene e sanità veterinaria, nell’ambito delle proprie competenze, e valuta la necessità di procedere a successive indagini;

vigila e controlla i prodotti cosmetici;

collabora con l’amministrazione giudiziaria per indagini sui reati contro il patrimonio ambientale, sulle condizioni di igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro e sugli alimenti;

vigila e controlla quant’altro previsto da leggi e regolamenti in materia di prevenzione sanitaria e ambientale, nell’ambito delle proprie competenze.

Il Tecnico della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro svolge con autonomia tecnico professionale le proprie attività e collabora con altre figure professionali all’attività di programmazione e di organizzazione del lavoro della struttura in cui opera. È responsabile dell’organizzazione della pianificazione, dell’esecuzione e della qualità degli atti svolti nell’esercizio della propria attività professionale.

Il Tecnico della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro partecipa ad attività di studio, didattica e consulenza professionale nei servizi sanitari e nei luoghi dove è richiesta la sua competenza professionale; contribuisce alla formazione del personale e collabora direttamente all’aggiornamento relativo al proprio profilo e alla ricerca.

Il Tecnico della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro svolge la sua attività professionale, in regime di dipendenza o libero professionale, nell’ambito del servizio sanitario nazionale, presso tutti i servizi di prevenzione, controllo e vigilanza previsti dalla normativa vigente.

Formazione professionale

Per esercitare la professione di Tecnico della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro è necessario conseguire la Laurea triennale in Tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro oppure possedere un titolo del previgente ordinamento riconosciuto equipollente o equivalente.

Successivamente, si può accedere alla Laurea Magistrale in Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione, di ulteriori due anni che ha l’obiettivo di fornire allo studente una formazione di livello avanzato per l’esercizio di attività di elevata qualificazione in ambiti specifici, orientata in generale alla dirigenza, alla formazione specialistica e alla ricerca.

I Corsi di perfezionamento, insieme al Dottorato di ricerca, ai Master ed alle Scuole di specializzazione fanno parte della formazione post laurea offerta dalle Università agli studenti in possesso di una Laurea triennale o di una Laurea Magistrale.

Per chi esercita la professione di Tecnico della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro è previsto l’obbligo di partecipazione a corsi di aggiornamento e qualificazione, previsti nell’ambito del programma nazionale (ECM – Educazione Continua in Medicina) per la formazione degli operatori della sanità.

Sbocchi lavorativi

Il Tecnico della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro svolge la sua attività professionale nei Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende Sanitarie Locali e presso le Agenzie nazionali e regionali di protezione ambientale in regime di dipendenza; possono inoltre svolgere il ruolo, come dipendente o consulente di aziende private, di responsabile della sicurezza sui posti di lavoro, nonché di formatore, valutatore e gestore e comunicatore del rischio, valutatore e gestore della qualità dei processi produttivi in ambito alimentare, veterinario, cosmetico e ambientale anche in contesti di sistemi di qualità certificati ISO.

Presidente

Antonio Argentile

Vice Presidente

Luigi Giovanni Palmieri

Consiglieri

Floriana Melchionda

Grazia Di Pardo

Francesco Anselmo

Contattaci

    Link Utili

    Codice Deontologico

    Ordine TSRM PSTRP Foggia

    dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione

    • +39 344.1352237
    • info@tsrmfoggia.org